Marcello Comitini

Biografia

Marcello Comitini è nato a Catania nel 1945. Vive e lavora a Roma dal 1991.

Dopo gli studi classici si è laureato in Giurisprudenza con la tesi in filosofia del diritto “La Nuova retorica”. Ha svolto diversi lavori, tra i quali insegnante di fotografia e cinematografia, analista dei processi produttivi delle aziende creditizie, direttore organizzativo del teatro Ambra Jovinelli. Ha smesso di lavorare nel 2003.

Ha pubblicato nel 1974 la raccolta di poesie Un ubriaco è morto, nel 2011 Formule dell’anima, nel 2013, insieme alla pittrice Beatrice Borroni, Di cremisi e azzurro.(raccolta di quadri e poesie),nel 2014 il volume Terra Colorata e nel 2015 Il fiato del mondo.

Ha tradotto diversi autori di lingua francese, fra cui:

Guy Goffette, Il pescatore d’acqua;
Philippe Soupault, Poesie;
Arrabal Jodorowsky Topor, Il panico;
Philippe Delerm, Il volo;
Fernand Pelloutier, Arte e Rivolta (in Lo sciopero generale e l’organizzazione del proletariato);
Charles Baudelaire, I fiori del Male;
Jean Mambrino, La penombra dell’oro.

Ha tradotto inoltre poesie scelte dei seguenti poeti: Aragon, Louzeau, Maritain, Arbouville.

Non ha mai partecipato a concorsi letterari.

La sua vera biografia tuttavia, come afferma il poeta Iosif Brodskij, «è come quella degli uccelli- i dati veri vanno ricercati nei suoni che emettono. La biografia è nelle sue vocali e sibilanti, nella sua metrica, nelle sue rime e nelle metafore.»

In lui non c’è la logica dell’apparire né quella del vendere. Non vende poesie: regala sogni, magari amari ma certamente umani. E chi desidera il suo regalo lo prende dove sa che lo trova. Non è uno scrittore prolifico e non vivrà mai con i proventi di ciò che scrive. Vive invece della gioia che altri condividano il suo lavoro.

Nutre troppo rispetto verso la poesia per potersi considerare un poeta laureato o per covare il desiderio di intrufolarsi nella folla dei laureati che occupano le pagine stampate: si considera “fuori corso” da lunghi anni. Può solo sperare in una laurea ad honorem. Ma è un tipo di laurea che in questo campo  si è soliti dare post mortem. Allora preferisce un semplice diploma di Scuola Media Secondaria che presume aver conseguito nei tempi previsti e a pieni voti.